Manca tutto… ed anche i Vigili urbani a Cavarzere

Antonio Ronchi Fratelli D’Italia: “Nei piccoli comuni servono controlli, mancano vigili urbani”

Molti comuni del Veneto sono costituiti da nuclei di abitanti inferiori alle quindicimila unità.

Questi piccoli centri molto spesso sono collegati male al resto della provincia/regione e non sono forniti di un adeguato strumento di prevenzione e controllo del territorio, infatti la maggior parte di queste amministrazioni non ha all’interno del proprio organico un numero sufficiente di vigili urbani e mezzi di pattugliamento. Ad esempio nel comune di Cavarzere, la polizia locale è passata da 11 unità a 7, numero che è destinato a scendere a 6 dal 1°novembre. 

La mancanza di vigili rende impossibile un controllo preciso e puntuale del comune e della periferia.

In sintesi non bisogna concentrare i controlli solamente nelle grandi città,

ma anche nelle piccole realtà, visto anche gli ultimi episodi di vandalismo a Cavarzere. In un momento storico così delicato, sembra difficile richiedere un potenziamento delle forze di sicurezza, in realtà sarebbe sufficiente bandire un concorso pubblico, anziché aspettare quelli in mobilità che non arriveranno mai.

Le mansioni di un vigile urbano non riguardano soltanto il controllo della viabilità e le sanzioni amministrative, ma anche altri settori come la tutela dell’ambiente e del territorio, la pubblica sicurezza, il controllo delle attività commerciali e la sensibilizzazione all’educazione stradale.

 A Cavarzere con un ipotetico futuro concorso potrebbero essere assunti almeno 5 vigili urbani, in modo da garantire un controllo meticoloso del territorio. E’ nostro compito e interesse non lasciare sole le piccole comunità che rappresentano la forza e la memoria della nostra Regione.” Così riporta in una nota Antonio Ronchi”.