Il Cetrodestra

Nel centrodestra continuano le discussioni interne. Dopo il mezzo flop del vertice di Arcore e le tensioni in Forza Italia, con lo scontro Berlusconi- Gelmini, il dibattito è stato alimentato dalle polemiche innescate dal possibile viaggio di Matteo Salvini in Russia.

Il centrodestra, su 26 capoluoghi chiamati al voto il 12 giugno 2022, è unito su 21. Dal punto di vista della proposta di governo dei territori la sintonia è massima. Sui territori dove non siamo riusciti ad avere una comune visione, confidiamo di riunire il centrodestra al turno di ballottaggio e siamo ottimisti. Non credo che ci possa essere una penalizzazione sul risultato a causa di alcune sfumature o incomprensioni. Occorre lavorare su un’alleanza diversa, anche per il centrosinistra. Credo ci sia un buco nel sistema del funzionamento dei partiti, perché non ci sono regole di ingaggio chiare e trasparenti. Come Fdi cerchiamo di essere composti, ma resta il fatto che siamo valutati come prima forza politica italiana in tutti i sondaggi e questo peso specifico credo vada riconosciuto.

Dopo il 12 giugno sicuramente si stringerà il cerchio intorno alla Regione Sicilia. Nel 2023 le Regioni che andranno al voto sono diverse. Si è cercato di chiudere la partita della Regione siciliana prima del 12 giugno, perché una delle regole non scritte che ha avuto valore nel centrodestra, è quella che vede i sindaci e i governatori uscenti riconfermati senza che si siano verificate particolari controversie durante il loro mandato. Nel caso di Musumeci, che è un galantuomo e che ha fatto un ottimo lavoro in Sicilia, la conseguenza dovrebbe essere quella di una sua riconferma e noi continuiamo su questa linea e speriamo di potere al più presto eliminare la Sicilia dalla lista delle Regioni in cui si deve cercare il candidato del centrodestra.

Cavarzere Venezia, l’alleanza voluta con la Lega ha prodotto ottimi risultati, ed è ancora presto per valutare l’operato della giunta Comunale (elezioni fatte ad ottobre 2021), ma saremo vigili su tutte quelle tematiche che coinvolgono i cittadini Cavarzerani, per la loro sicurezza, ed il decoro cittadino, un occhio di riguardo sarà dato agli interventi con i fondi PNNR, il circolo di Cavarzere si sta rafforzando con gli iscritti e soprattutto con attivisti che saranno coinvolti nelle prossime elezioni Comunali. Le iscrizioni al nostro partito saranno controllate accuratamente, non ci chiudiamo a persone che militavano su altri partiti, ma le valuteremo persolmente.

Antonio Ronchi Dirigente Provinciale Ve